Berlusconi, la sciarpa e la morale- l’Unità 11.12.08

Berlusconi, la sciarpa e la morale- l’Unità 11.12.08

Dicembre 11, 2008 2001-2010 0

Ironizzando su Leonardo Domenici incatenato, Silvio Berlusconi dice che lui avrebbe dovuto farlo almeno un centinaio di volte. Con la differenza che lui può avvalersi di televisioni, giornali, riviste e schiere di parlamentari pronti a votare disciplinatamente tutte le leggi che più gli fanno comodo.
Giuseppe Manuli

Dopo aver attaccato per anni i magistrati che si occupavano dei politici, il premier con sciarpa (così appare in questi giorni, con le sue divise che sempre più cercano, senza raggiungerla mai, l’eleganza di chi si sa vestire) scopre oggi l’esistenza della questione morale. Dimenticando i discorsi sulle garanzie degli accusati e dimenticando che gran parte dei reati da cui lui si è difeso con l’aiuto decisivo delle sue leggi vergogna erano reati commessi, secondo chi lo accusava, prima della sua decisione di entrare in politica. Ben avvolto dallo scudo spaziale fornito solo a lui dal combinato disposto del lodo Alfano e della mancata regolazione del conflitto d’interessi, il premier con sciarpa si indigna dunque oggi, alla testa di quella che l’Unità di lunedì ha ben definito la banda degli onesti, con i rappresentanti dell’opposizione esposti alla gogna mediatica costruita con l’aiuto decisivo dei suoi giornali e delle sue televisioni. Ben dimostrando, con la doppiezza di questo suo comportamento, la mancanza assoluta di quello che è ,per gli altri, il senso della morale. O del pudore.

PDF

About the author

admin:

0 Comments

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Lascia un commento