Il terremoto e i tagli della Gelmini- l’Unità 11.04.09

Il terremoto e i tagli della Gelmini- l’Unità 11.04.09

Aprile 11, 2009 2001-2010 0

Ho visto Annozero, più vergognoso di quello che mi è toccato sentire c’è soltanto la delinquenza delle ditte e delle imprese che a L’Aquila hanno costruito con frode. Anche l’intervento della presidente della Provincia de L’Aquila, Stefania Pezzopane era patetico: alla fine per lei è vergognoso il governo che non ci mette i soldi.

Pippo Emmolo


L’edilizia scolastica delle scuole medie e superiori è delegata alle Province che ricevono soldi solo dallo Stato. La Presidente della Provincia de L’Aquila ha ricordato che questi finanziamenti sono stati azzerati nell’anno in cui il patto di stabilità rende impossibile alle Province accendere mutui o chiedere prestiti. Dire come ha fatto la ragazza che ha chiuso la trasmissione che “la Gelmini che non dà i soldi per le scuole è da mettere sullo stesso piano di chi ha usato materiali scadenti per la costruzione de L’Aquila” è, dunque, angosciosamente realistico.
Non si volle pensare, tagliando 8 miliardi alla scuola pubblica, al rischio cui si esponevano gli studenti salvati, oggi, solo dall’ora in cui il sisma si è prodotto. L’opposizione in aula e noi da questo giornale avevamo combattuto questa scelta proprio citando le scuole, da Campobasso a Cefalù, a rischio in caso di terremoto. Libero lei di pensarla diversamente, ma la risposta sprezzante che la Gelmini diede allora mi sembra sufficiente ad includerla nell’elenco dei responsabili morali di quello che è accaduto.

PDF

About the author

admin:

0 Comments

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Lascia un commento