Le badanti e il regime- l’Unità 03.07.09

Le badanti e il regime- l’Unità 03.07.09

Luglio 3, 2009 2001-2010 0

A proposito del «pacchetto sicurezza» che il Parlamento ha varato (con il solito voto di fiducia, naturalmente) lo stesso vecchietto, magari novantenne, ormai affezionato alla sua badante che lo assiste da anni, incapperà nel reato di favoreggiamento della clandestinità qualora questa non fosse in possesso, per una qualsivoglia ragione, del permesso di soggiorno.

Vincenzo Ortolina

Berlusconi è stato attaccato con durezza dalla stampa, italiana ed estera, oltre che dall’opposizione e qualcosa si è mosso, contro di lui, anche nel grande mare (non del tutto sicuro) del PDL. I nomi dei possibili successori sono apparsi nel gossip di una politica in cui gli unici ad appoggiarlo senza riserve sono i leghisti terrorizzati dall’idea di un governo «di solidarietà nazionale» che li escluderebbe dai luoghi del potere romano che loro tanto disprezzavano un tempo e da cui, oggi, non vogliono più staccarsi. Legati indissolubilmente da una situazione in cui ognuno dei due è ostaggio dell’altro, la Lega e Berlusconi hanno posto la fiducia su un testo vergognoso, che perfino il PDL aveva detto di voler emendare. Così vanno le cose in questo disgraziato paese, dove il merito delle questioni non interessa più nessuno e dove le persone piccole piccole (come le badanti di cui lei parla) vengono stritolate (come ai
tempi del nazismo, in questo caso lo possiamo e lo dobbiamo davvero dire) dalla macchina della propaganda di un premier indegno e di un tristissimo Ministro dell’Interno.

PDF

About the author

admin:

0 Comments

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Lascia un commento