Reati e moralità personale- l’Unità 20.06.09

Reati e moralità personale- l’Unità 20.06.09

Giugno 20, 2009 2001-2010 0

Presente o non presenti che siano stati sui voli il premier o i suoi ministri, quale sarebbe la funzione pubblica di questi numerosissimi e costosissimi trasferimenti in Sardegna? Quale il ruolo nazionale di questi prostituti e prostitute di alto bordo al seguito? Quale la solenne presa in giro di questa scontata archiviazione?
Mario

L’archiviazione richiesta dalla Procura dice che chi ha organizzato quei voli non commetteva dei reati. Una volta che un aereo vola, dice Ghedini, il fatto che altre persone accompagnino il personaggio principale non aumenta i costi o li aumenta comunque di poco. Feste in cui si invitano fanciulle selezionate in base alla loro avvenenza ed in cui ci comporta con loro (lo dice Ghedini) da “utilizzatore finale” non possono essere considerate reati. Il problema, tuttavia, è un altro. Un Presidente del Consiglio che organizza nelle sue ville aiutandosi con aerei di stato festini di questo tipo è quello che gli italiani vogliono?
Palazzo Chigi ha ragione dicendo che a dare questi giudizi non debbono essere i magistrati ma gli elettori. I quali hanno diritto però, di esserne informati compiutamente e non si può fare appello, per impedirlo, alla privacy, alle minacce degli avvocati e della stampa amica o alla censura di Minzolini, direttore, per grazia ricevuta, del TG1. Il coraggio bisogna avere delle proprie azioni esponendosi al giudizio del paese.

PDF

About the author

admin:

0 Comments

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Lascia un commento