Berlusconi e il Re Sole- l’Unità 30.10.11

Berlusconi e il Re Sole- l’Unità 30.10.11

Ottobre 30, 2011 2011-2020 0

Il neo-presidente della Bce Draghi ha espresso parole lusinghiere sulla lettera che Berlusconi ha presentato alla Ue ma ha anche detto che il piano illustrato nella lettera prevede riforme che avranno pesanti conseguenze sulle fasce più deboli della popolazione, cui occorrerà dare sostegno.

Vincenzo Cassibba
Il commento di Draghi esprime bene la contraddizione politica che si apre nel momento in cui i governanti vogliono risanare il bilancio di un Paese mettendo le mani nelle tasche di quelli che hanno di
meno. Luigi XIV ed i suoi successori diedero un contributo importante alla caduta del (loro) Ancien Régime ed allo scoppio della rivoluzione tentando di compensare con l’aumento delle tasse il deficit creato, nel bilancio dello Stato, dalle guerre in cui si era (inutilmente) impegnato.
Il problema, tuttavia, nell’Italia e nell’Europa di oggi, è che non ci sono più (non dovrebbero esserci più) né monarchie assolute né privilegi di casta ma sostanziale uguaglianza dei diritti per tutti i cittadini. Il che
vuol dire, in pratica, che a pagare, in tempi di crisi economica, deve essere soprattutto (o solo) chi ha di più. Poiché gli Stati Europei sono sovrani, però, e l’Europa ne controlla solo i bilanci decidere chi paga (i
poveri o i ricchi) tocca ai governi che possono muoversi come fa Berlusconi (che è molto ricco e assai poco democratico) o in un altro modo: quello di cui il Paese ha sempre più chiaramente bisogno.

PDF

About the author

admin:

0 Comments

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Lascia un commento